• ++39 366 50 10 982
  • teatroatlante@yahoo.it

Senza categoria

Esopo a modo nostro – con i detenuti della Casa di Reclusione Ucciardone -Mercoledi 14 settembre ore 18.00 Parco Villa Pantelleria

con i detenuti della Casa di Reclusione Ucciardone

Progetto “Classici in strada”

Lo spettacolo “Esopo a modo nostro” racconta in maniera genuina e auto-ironica il percorso di un gruppo di detenuti alle prese con le favole morali dello scrittore greco. Lepri presuntuose, topolini riconoscenti, lupi prepotenti, cicale scanzonate e operose formiche sono stati il pretesto per riflettere su vizi e virtù dell’essere umano.

Il progetto “Classici in strada”, giunto alla sua terza edizione, coinvolge una rete di scuole e associazioni palermitane impegnate nel promuovere la conoscenza dei testi classici attraverso lo strumento del teatro, realizzando eventi in strade e piazze dei quartieri più disagiati della città. Da due anni il progetto ha varcato anche i cancelli dell’Ucciardone, grazie alla collaborazione con l’Asvope (Associazione di Volontariato Penitenziario).

Allo spettacolo seguirà in incontro-dibattito con i protagonisti di questa esperienza.

Presso Parco Villa Pantelleria – Palermo

Vicolo Pantelleria, 10 (angolo Viale Strasburgo civ. 484) – 90135 Palermo

 Ingresso Libero

Attori:

Giuseppe Augello, Salvo Ciancio, Luca Di Silvestro
Santo Fauci, Maurizio Inzerillo, Bebe Olariu, Tony Palazzotto, Giovanni Scurato

Regia: Preziosa Salatino – Teatro Atlante
Assistente di laboratorio: Gabriella D’Agostino
Assistente tecnico: Antonino Barraco

Parco Villa Pantelleria

Vicolo Pantelleria, 10 (angolo Viale Strasburgo civ. 484) – 90135 Palermo

mappa

Scilla Fest 2016

Teatro Atlante ha partecipato allo Scilla Fest 2016 organizzato dal Teatro Proskenion. Spettacoli in strada, laboratori nei quartieri di Reggio Calabria, incontri con artisti da tutta Italia. Un’occasione per incontrare e riincotrare cugini nel teatro e nell’arte. Riallacciare i fili di questa famiglia senza legami di sangue, che ha nelle pratiche artistiche il suo fondamento.

Foto di Davide Torre –  Associazione Nuova Carini