Straziante bellezza del creato omaggio a Pasolini per parole e musica

di e con Preziosa Salatino
musiche dal vivo Dario Frasca
Supervisione artistica Emilio Ajovalasit

 

Si tratta di un viaggio poetico e musicale alla ricerca dell’eredità di uno dei maggiori artisti e intellettuali del secolo scorso. Nello spettacolo, la voce di Pasolini emerge faticosamente dalle macerie di un’Italia sempre più addormentata; le sue poesie, i suoi corrosivi articoli giornalistici, fanno capolino come tesori nascosti sotto cumuli di immondizia: emblema di quella società dei consumi globalizzata e omologante di cui l’artista – con una lucidità talmente acuta da risultare quasi “profetica”- aveva intuito i rischi più di quaranta anni fa.
L’attrice in scena compie un singolare percorso narrativo, annodando alla voce di Pasolini -poeta conosciuto e amato fin da giovanissima età- il filo della propria autobiografia.